Intervista a SEO SPECIALIST UMBRIA

Olor sit amet, consectetur adipiscing elit. Cum ageremus, inquit, vitae beatum et eundem supremum di.
seo specialist umbria

Abbiamo chiesto a SEO SPECIALIST UMBRIA chiarimenti sulla SEO, ecco il riscontro!

Che cosa è la SEO?

SEO tradotto dall’ acronimo search engine optimization sta per ottimizzazione per i motori di ricerca.L’acronimo raggruppa l’insieme delle strategie e delle tecniche che permettono a un sito web di essere visibile nei motori di ricerca, ed esattamente nel posizionamento organico, quella zona estrapolata di dati che non riguarda le aree a pagamento (ADS Google).


Come funziona la SEO?

Gli utenti hanno delle necessità, gli utenti devono soddisfare dei bisogni, devono risolvere problemi pratici. Per questo cercano nella stringa dei motori. Quando una parola chiave ottiene i risultati agognati, l’utente si lascia attrarre dai contenuti del sito per cercare delle risposte o trarre indicazioni su questioni di un certo interesse. Ne consegue che lo scopo dei siti web nel mondo è quello di attirare il maggior numero di utenti possibili sulle proprie aree di contenuto, al fine di ottenere delle conversioni con le call to action, azioni mirate e finalizzate magari all’ acquisto piuttosto che a una registrazione


Ma allora la SEO è solo una questione quantitativa o centra qualcosa la qualità dei contenuti?

Chi fa seo sa bene che il mantra abusato “the content is the king” sta al centro della disciplina che potremmo considerare come una importante branca del web marketing. I siti che desiderano veicolare e attirare il traffico sulle loro aree devono preoccuparsi si una cosa soltanto: offrire contenuti di qualità agli utenti in transito in modo da fidelizzarli! Ne consegue che la SEO da sempre trascurata dalle aziende che non ne hanno compreso ancora in gran parte la sua importanza è importantissima e triangola i suoi risultati grazie alla centralità dei motori di ricerca, al bacino di utenti che che cercano le più variegate risposte e alla qualità delle varie risposte incontrate nell’ interazione domanda e offerta. L’arte di posizionare i propri siti all’ interno delle SERP non richiede un dispendio economico, ma certamente assorbe tantissime energie in termini di lavoro sui dettagli e sulla cura delle ottimizzazioni


Che differenza c’è tra SEO ON PAGE e SEO OFF PAGE?

Nel caso della SEO on page siamo in presenza della cura di dettagli che riguardano i fattori interni come l’ottimizzazione dei TAG o l’uso delle keywords da dosare nel contenuto mentre nel secondo siamo alle prese con fattori esterni come backlink e attività di content sui social che servono a convogliare il traffico sul nostro sito


Un sito web ben fatto, fa differenza nella SEO?

Certamente è uno dei fattori premianti. Se il sito si vede bene anche sul mobile e risulta responsive, se il sito presenta contenuti di qualità e anche strutture semantiche a sostegno della costruzione tecnica (si vedano ad esempio le novità introdotte da HTML5), i motori di ricerca premieranno queste ottimizzazioni amplificando il nostro brand sul posizinamento organico. Una cattiva indicizzazione (mancanza ad esempio nella root del sito del file sitemap.xml) produrrà risultati poco brillanti nelle SERP


La SEO di oggi è uguale a quella di ieri?

La SEO di oggi al contrario di quella di ieri ha aumentato i suoi livelli di complessità, per contro oggi i motori di ricerca premiano sempre di più contenuti di qualità e puniscono con brutali penalizzazioni tutte quelle tecniche e strategie che andavano tanto di moda ai primordi! Per fare SEO oggi bisogna entrare nella mente degli algoritmi di Google che sono naturalmente dinamici e imperscrutabili e oggi i cambiamenti su questa disciplina sono molto più repentini di ieri. Ne consegue che bisogna conoscere la storia di Google e anche il suo modo di reagire di fronte al codice che gli diamo in pasto dai nostri siti. Sapere anche come le varie release negli anni hanno caratterizzato nuove concezioni e imposto anche drastici cambi di rotta nei comportamenti è importante. Conoscere il modo di evitare penalizzazioni e anche quello di rimediare a eventuali problematiche è un dovere del seo specialist moderno.


Che differenza c’è tra il modo tradizionale di fare pubblicità e il web content marketing?

Nella pubblicità tradizionale il potenziale acquirente viene preso per i capelli, aggredito e quasi costretto a comprare quel prodotto e servizio, non a caso si parla di PUSH MOdel, cioé spingere qualcuno a fare qualcosa per il nostro business che sia vantaggioso. La televisione con il MILTON Model spara proiettili verso chiunque, nessuno escluso e ripete i mantra con cadenze regolari in modo di condizionare la psicologia del telespettaore anche a sua insaputa. Ma nella SEO accade il contrario, non a caso si parla di FUNNEL, ossia di un imbuto che viene completamente rovesciato rispetto alla pubblicità tradizionale. E’ il cliente stesso che si mette in trappola da solo, se vogliamo usare una espressione poco carina. Cerca in rete le parole chiave e le risposte più pertinenti (da qui l’importanza della SEO ON PAGE) e si fionda verso i bottoni di conversione nascosti in fondo al sito web cliccato per soddisfare la sua pulsione all’ acquisto (è un acquisto anche solo scaricare un free download file in formato pdf, dopende dagli obiettivi che ci poniamo, perché comunque qualcuno è andato a cliccare sul pulsante chiamando una call to action a noi favorevole). Non a caso nel secondo caso si parla di PULL e non più PUSH (inteso come spinta al condizionamento). Con il PULL noi mettiamo in atto delle reti invisibili che cercano di attirare l’attenzione di un TARGET che non viene aggredito ma “tirato” verso il nostro prodotto/servizio (da qui l’importanza della SEO OFF PAGE).


Un sito web per essere visibile e presente quanta SEO deve avere alle spalle?

Dipende dall’ entità del progetto e dal numero di risorse coinvolte, ma anche dal Brand che deve essere valorizzato e dall’ attività OFF Page che viene fornita a supporto, che deve essere regolare e costante. Mediamente dopo sei mesi di content marketing regolare, unito a una ottimizzazione costante del sito e anche alla cura di eventuali backlink si possono vedere i primi cambiamenti, ma non ci sono risposte esatte in questo senso, soprattutto oggi che gli algoritmi di Google sono molto dinamici. Ovviamente il lavoro preliminare legato all’ esatta individuazione delle parole chiave è molto importante un pò come per il web developer partire a scrivere codice solo dopo che è stato delineato in maniera precisa il DB a supporto del CMS.


Autorità e autorevolezza: come acquisirle?

The content is the king! Abusiamo ancora di questa verità assoluta. Fornendo sempre il miglior supporto possibile ai nostri potenziali acquirenti.


Con la SEO l’utente diventa attivo e diventa potenzialmente nostro cliente. Come fidelizzarlo?

Semplice, senza vendergli nulla pur vendendo (ossimoro)! E’ lui che decide liberamente di acquistare oppure no quindi evitiamo tutte quelle situazioni invasive in stile Milton Model! Internet non conosce confini, non è come la pubblicità di un quotidiano. Veicolare il maggior numero di utenti sul nostro sito diventa quindi importante. Del resto oggi possiamo misurare con strumenti come Analytics il comportamento dei nostri visitatori, cosa cliccano e in quale contesto, perché la transazione finale non va a compimento.

Share:

More Posts

Send Us A Message